I progetti, In evidenza, In primo piano

Piazzale Loreto, da non luogo a luogo

Il nuovo progetto di riqualificazione urbana che verrà realizzato a Milano a partire dal 2023 riguarda Piazzale Loreto

Pubblicato il 21 Maggio, 2021 • di Redazione

Si chiama Loc, acronimo di Loreto open community, il progetto vincitore del bando di Reinventing Cities Milano, indetto dalla Comune di Milano con C40, il network di amministrazioni impegnate nella lotta al cambiamento climatico.

Loc è stato creato dall’unione di diverse aziende quali Ceetrus Nhood (investitore e sviluppatore), Arcadis Italia (coordinamento tecnico, consulenza ambientale, project e development management e ingegneria), Metrogramma Milano (coordinatore del team di progettazione), Mic Mobility In Chain, studio Andrea Caputo, Land, Temporiuso e Squadrati.

Grazie a questo progetto Piazzale Loreto sarà convertito in oltre 10mila metri quadrati di spazio pubblico verde e verranno piantati 500 alberi di alto fusto. La piazza si trasformerà in un luogo di socialità per i cittadini che potranno sostare e passeggiare nel più ampio progetto di riforestazione della città di Milano.
Il progetto pur lasciando spazio al flusso delle auto, amplifica la superficie destinata ai soli pedoni e sarà necessaria l’integrazione con la pista ciclabile e la riconfigurazione per l’accesso alla metropolitana.

Loc sarà composto da padiglioni in legno che ospiteranno attività, servizi, negozi di vicinato, spazi di co-woriking e un asilo di quartiere. Lo spazio della piazza si articola su tre livelli: un piano ribassato, un piano a raso dove corrono le bici e dove ci sono gli spazi per gli eventi, e poi il piano delle coperture con grandi terrazze, pensate come piazze sospese.

«Abbiamo voluto progettare giocando la sfida più grande. Trasformare uno dei luoghi meno fruibili della città – ha dichiarato Carlo Masseroli, City executive Arcadis Italia – in una icona della qualità della vita dal punto di vista della mobilità, dall’ambiente e della coesione sociale».

Questo progetto sarà il simbolo dello sviluppo edilizio in un’ottica di rigenerazione urbana della Milano del futuro, sempre più green e con meno smog!