Medico VS Architetto con Stefania Doria e Giuseppe Tortato

L’empatia degli spazi tra scienza e architettura: l’incontro tra la psichiatra Stefania Doria e l’architetto Giuseppe Tortato

In che modo gli spazi in cui viviamo influenzano il nostro benessere? Luce e rumore che impatto hanno sul nostro benessere quotidiano? Ne abbiamo parlato nell’appuntamento del 28 gennaio nella nostra rubrica Medico vs Architetto. In studio, la psichiatra Stefania Doria e l’architetto Giuseppe Tortato, che hanno fatto emergere due approcci differenti ma complementari.

Approccio scientifico la Dottoressa Doria, che traendo spunto dalle neuroscienze, ha spiegato come i nostri organi di senso ricevendo informazioni dall’ambiente esterno, le processano alcuni istanti prima della formazione del pensiero cognitivo. Questo perché sono deputati a segnalarci un pericolo.

L’interpretazione emotiva, quindi, precede sempre quella cognitiva razionale: una stanza bella o brutta determinerà sempre una risposta emotiva indipendentemente e prima dalla valutazione cognitiva. 

E come creare questa empatia emotiva con gli ambienti?  “L’obiettivo che perseguo – ha affermato l’architetto Tortato – è di dar vita a una progettazione libera da stereotipi di mercato e da mode passeggere, creando spazi a misura d’uomo che ne liberino le energie attraverso i sensi e gli elementi naturali, la luce in particolareper trasformarli in veri e propri “materiali da costruzione”.

Evento condotto in studio da Daniela Dirceo