Eventi

A Santa Margherita, per parlare a una platea di oltre 500 medici.

Venerdì 8 aprile alle 18 siamo speaker alla XIII edizione del convegno nazionale “Nel Cuore di Santa…”. A confronto un medico e un architetto spiegheranno a una platea di medici e operatori sanitari rischi invisibili e soluzioni per l’ambiente indoor.

Pubblicato il 16 Marzo, 2022 • di Maria Chiara Voci

Venerdì 8 aprile 2022 HHH fa tappa a Santa Margherita Ligure, per l’edizione annuale (la tredicesima) del convegno nazionale “Nel Cuore di Santa…”, organizzato da Dynamicom sotto la direzione scientifica del dottor Roberto Pescatori. HHH partecipa all’evento per la seconda volta, dopo il successo dello scorso mese di ottobre per l’edizione 2021, nella convinzione che sia necessario prima di tutto comunicare ai medici (i tutori della nostra salute) l’importanza di vivere in un ambiente senza inquinanti. Scarica qui il programma completo.

Ad accompagnarci nella nostra avventura saranno il dottor Antonio Maria Pasciuto di Assimas e l’architetto Leopoldo Busa di Biosafe: insieme a loro, intervistati dalla giornalista Maria Chiara Voci, metteremo a fuoco quali sono le connessioni fra ambiente insalubre e malattie croniche e quali sono i rimedi tecnici cui dobbiamo ricorrere.

Come appurato da diversi studi internazionali e condotti anche dall’Istituto Superiore di Sanità, il 24% delle malattie e il 23% delle morti sono attribuibili a fattori ambientali: un trend che può essere corretto solo attraverso la conoscenza del rischio e la conseguente correzione di comportamenti associata a un adeguato intervento terapeutico. Una corretta diagnosi delle cause che concorrono all’innesco di una patologia cronica non può, pertanto, limitarsi alla esclusiva valutazione della corretta alimentazione, del regolare svolgimento di attività fisica o della assenza di stress. Bisogna valutare anche l’impatto dell’ambiente sulla persona.

Individuato il problema, occorre difendersi. E agire non solo sulla cura della salute, ma anche su quella dell’ambiente in cui trascorriamo le nostre giornate. Dallo stato fisico dell’edificio (vanno sanati problemi di muffe e condense) a quello dell’impiantistica, dei rivestimenti, dell’uso di vernici non tossiche, arredi salubri e prodotti di pulizia non nocivi, le attenzioni sono molteplici. Un obiettivo interprofessionale, a cui devono lavorare insieme figure che non si sono parlate mai prima di oggi. Medici e Architetti, infermieri ed esperti di edilizia o impresari. Per una nuova cultura del benessere e della salute.

Il nostro intervento è previsto alle ore 18 di venerdì. Se siete medici, potete iscrivervi al convegno. In alternativa, seguite i nostri reportage in diretta.